A Strasburgo la bicicletta è gratis se la prescrive il medico

A Strasburgo la bicicletta è gratis se la prescrive il medico big
Un abbonamento gratuito per un anno alle bici pubbliche a chi certifica di pedalare per motivi di salute

Roland Ries, sindaco di Strasburgo, ha recentemente annunciato che il Comune offrirà un anno di abbonamento gratuito per l’utilizzo delle biciclette pubbliche a coloro che, certificato medico alla mano, pedaleranno per motivi di salute. In virtù di questa iniziativa, rivolta specialmente a chi soffre di diabete, ipertensione, malattie cardiovascolari e obesità, i medici della città transalpina sono autorizzati a prescrivere l’abbonamento al servizio Vélhop – normalmente proposto a 80 euro all’anno – ai pazienti bisognosi di svolgere esercizio fisico.

Il progetto pilota, che coinvolgerà una cinquantina di medici della Communauté urbaine di Strasburgo, dovrebbe partire da settembre. I risultati conseguiti verranno quindi valutati, e se saranno positivi verranno coinvolti altri medici.

Pierre Tryleski, presidente del sindacato dei medici generici francesi, sostiene, a ragion veduta, che l’esercizio svolto andando in bicicletta sia un trattamento integrativo, o addirittura sostitutivo, per curare e prevenire numerose patologie.

Non va inoltre dimenticato che l’attività fisica costa poco. I costi del progetto, infatti, verranno compensati dal risparmio sulle spese sanitarie causate dall’obesità e dalle malattie croniche legate alla vita sedentaria. La bicicletta come medicina migliorerà dunque la qualità della vita di numerose persone, nonché l’aria di Strasburgo.

Share

LEGGI ANCHE

Vanessa Ferrari

Con l'hashtag la #iorestoacasa, anche la Federazione Ginnastica d'Italia invitata tutti a restare a casa, continuando però a fare esercizio, a mantene

FIBO 2019

L'edizione 2020 di FIBO, il principale evento espositivo dedicato al settore fitness e wellness a livello mondiale, era in programma alla fiera di Colonia

Basta jogging nei parchi, basta partitelle tra amici nel cortile di casa: AiCS rappresenta un milione di sportivi in Italia, a loro chiedo di stare in casa.

Un milione di euro ai reparti di terapia intensiva degli ospedali della Romagna, per l’acquisto urgente di postazioni e macchinari.

L'Università di Bologna non si ferma e dopo aver portato in modalità a distanza didattica, esami, lauree e i servizi all’utenza, da domani sbarca sui social con alcuni appuntamenti culturali e sportivi.

Con il decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri del 9 marzo scorso, il Governo guidato dal premier Giuseppe Conte ha esteso la 'zona rossa' a tutta l'Italia, nel tentativo di contenere e contrastare la diffusione del Coronavirus.