Un master per dirigere lo sport

Un master per dirigere lo sport big

di davide venturi

Innovata nei contenuti e ridotta nel costo di iscrizione, l’ottava edizione del Master Universitario in Sport Management Marketing & Sociology   si  terrà  presso  la Facoltà  di  Sociologia  dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca. Il Master annuale, diretto dal Prof. Franco B. Ascani, conferisce 62 crediti formativi universitari e offre una specializzazione per creare nuove professionalità.

Il corso sarà suddiviso nelle seguenti aree formative: sport e società; economia e ricerca nello sport; ordinamento giuridico e settore istituzionale e normativo; marketing sportivo; metodologia della comunicazione sportiva e business;  medicina dello sport; management delle organizzazioni, degli eventi e della gestione degli impianti; formazione dei manager sportivi e nuove tecnologie.

Il master – le cui lezioni si terranno il venerdì dalle 9 alle 18 e il sabato dalle 9 alle 13, da dicembre 2009 ad aprile 2010 – prevede applicazioni, stage personalizzati, elaborazioni, esercitazioni, ricerche e attività pratiche, sotto la guida di 60 qualificati docenti a livello nazionale e internazionale, tra i quali figurano, solo per fare due nomi, i giornalisti Italo Cucci e Xavier Jacobelli.

Gli stage avranno luogo da maggio a settembre 2010 in uno dei 53 enti (pubblici e privati) e oganizzazioni specialistiche del settore (federazioni, aziende, società sportive eccetera). Nelle edizioni precedenti del master l’82 per cento dei partecipanti hanno avuto uno sbocco professionale.

Possono iscriversi coloro che sono in possesso di laurea triennale o quadriennale o specialistica proveniente da qualunque indirizzo accademico, oppure  di diploma ISEF e il costo dell’iscrizione è pari a 2.400 euro. Sono inoltre in palio borse di studio. Le selezioni avverranno il 2 ottobre e verranno ammessi un massimo di 25 persone.

Per informazioni: 
www.unimib.it
sport.manager@virgilio.it

Share

LEGGI ANCHE

Acquafitness

Allenarsi in piscina è di estrema utilità, perché oltre a dare forma e tonicità al corpo permette di drenare e depurare l’organismo, agendo in maniera efficace anche sul sistema cardiocircolatorio.

Scimpanzè

La sedentarietà è forse la peggiore e la più diffusa tra le cattive abitudini della società odierna ed è una delle principali cause di disturbi e patologie all’apparato cardiocircolatorio. Ciò potrebbe dipendere dall’incompatibilità tra la forma del nostro cuore e le nostre abitudini.

Sportivi che corrono

Uno studio coordinato dai ricercatori dell’Unità di Disfunzioni Neuromuscolari dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS con il supporto di AIRC e Fondazione Cariplo, recentemente pubblicato sulla rivista scienti

Depressione

Negli ultimi anni si è cercato di scoprire se il livello di attività fisica fornisca effettivamente informazioni utili alla diagnosi del disturbo bipolare, per giungere a una diagnosi precoce.

Game face

Comunemente chiamata game face, la faccia da competizione è l’espressione concentrata e seria che spesso esibiscono gli atleti prima di un importante match sportivo.

Pasticche

Le indagin, coordinate dai Nas di Firenze, avevano avuto inizio dopo il sequestro, avvenuto a Figline Valdarno, in provincia di Firenze, di sostanze dopanti e stupefacenti proveniente dalla Polonia e spacciate su tutto il territorio nazionale.