Virgin Active: nuova svolta sudafricana

Virgin Active: nuova svolta sudafricana big
La catena internazionale di club fondata da Richard Branson ha recentemente raggiunto l'accordo per cedere l'80% delle sue quote azionarie a una società d'investimento sudafricana per 1,8 miliardi di euro

Virgin Active, la catena internazionale di fitness club fondata da Richard Branson (nella foto) nel 1999 oggi composta da 267 club ubicati in nove paesi, ha deciso di vendere l'80% delle sue quote azionarie alla società d'investimento sudafricana Brait per 1,8 miliardi di euro.

«Siamo orgogliosi di Virgin Active sin dal giorno in cui l'abbiamo fondata più di quindici anni fa e siamo felici di continuare a occuparcene insieme a Brait, investitore che può vantare importanti successi in diversi business e che s'impegna a lungo termine. Ringrazio inoltre CVC per il sostegno che ci ha dato negli anni in cui ha assunto la proprietà». Queste le parole con le quali Sir Richard Branson ha commentato questa nuova importante pagina nella storia di Virgin Active il cui 51% delle quote azionarie, dal 2011 a oggi, era controllato da CVC Capital Partners, società finanziaria britannica tra le maggiori al mondo nel settore private equity. CVC venderà tutte le sue quote a Brait che, come detto, deterrà l'80% del capitale sociale, lasciando il restante 20 al gruppo Virgin, confermando il management attuale. L'operazione dovrebbe concludersi nei prossimi mesi dopo aver ottenuto l'approvazione delle autorità di vigilanza sudafricane.

www.virginactive.it

Share

LEGGI ANCHE