20° ForumClub: partecipare, immaginare, crescere

Sessione Congresso ForumClub 2016
Autore: 
Readazione
Giovedì, Gennaio 3, 2019
L'evento di riferimento per gli operatori italiani del settore fitness e wellness celebrerà il suo ventesimo anniversario con un congresso che lascerà il segno. Basta scaricare e consultare il programma per capire perché

ForumClub, l'evento di riferimento per gli operatori italiani del settore fitness e wellness, celebrerà il suo ventesimo anniversario con un'edizione memorabile, che andrà in scena, in concomitanza con l'undicesima di ForumPiscine, dal 13 al 15 febbraio prossimi all'interno del padiglione 19 della Fiera di Bologna e dell'attiguo Palazzo dei Congressi.

L’unico appuntamento fieristico e congressuale in Italia rivolto all’intera filiera del comparto fitness e wellness da un lato, e piscine e spa dall’altro, convivrà con un congresso internazionale di altissimo spessore che nel corso delle tre giornate ripercorrerà idealmente i vent’anni dell'evento e al tempo stesso guarderà al futuro, fornendo chiavi di lettura e strumenti molto utili per imprimere ulteriore energia all'evoluzione e alla crescita di un settore sensibile all'innovazione e al rinnovamento. Un eccellente team di relatori, tra i quali professionisti, esperti e imprenditori di grande spessore – molti dei quali appartenenti ad altri settori – analizzeranno il settore, e lo scenario più ampio che lo circonda, innanzitutto per capire come attrarre nuovi clienti e cavalcare un mercato nuovo e in continua trasformazione. Il saper fare si basa anche e soprattutto sulla curiosità, dunque sulla capacità di imparare, porsi domande, ricercare, sperimentare, lasciarsi contaminare dalle idee migliori. L’innovazione, del resto, è frutto non solo del genio, ma anche di quel pizzico di follia che si chiama coraggio, coraggio di uscire dai propri schemi, di mettersi in discussione, di osare. 

Consultando il programma congressuale, scaricabile in formato PDF alla fine di questo articolo, e leggere, nel sito forumclub.it, i profili dei relatori, si coglie immediatamente l'essenza di una tre giorni di formazione e aggiornamento di altissimo livello.

Basta citare una delle sei sessioni plenarie per capire perché quest'ano più che mai il congresso di FoprumClub e ForumPiscine è un appuntamento imperdibile per gli operatori del settore. Il neuro-scienziato Fabrizio Benedetti e David Mariani spiegheranno, nel corso della general session intitolata "Attiva il 'motivatore', disinnesca il 'sabotatore': sovvertire il paradigma per conquistare (e fidelizzare) un nuovo mercato" come la nostra chimica organica e il nostro sistema limbico influenzano le scelte che compiamo, i nostri acquisti e la costanza nello svolgere nuove attività. Benedetti, professore pluripremiato nonché uno dei massimi esponenti, a livello mondiale, della ricerca nel campo delle neuroscienze, e Mariani, che con il suo staff, composto da medici, psicologi e dottori in scienze motorie ha monitorato oltre 65.000 persone e allenato centinaia di atleti di altissimo livello, con i quali ha vinto medaglie olimpiche e mondiali in diverse discipline sportive, sveleranno un nuovo modello strategico e operativo, il cui fine è attrarre e conquistare la grande fetta di popolazione composta da sedentari e persone che non hanno mai messo piede in una palestra. Lo faranno sovvertendo il modo in cui la stragrande maggioranza dei fitness club si rivolge oggi ai consumatori, spiegando come disattivare il "sabotatore" e attivare il "motivatore", proponendo un nuovo approccio al fitness e al benessere, anche e soprattutto psicologico e motivazionale, finalizzato alla longevità sana e fisicamente attiva.

 

Fabrizio Benedetti

Fabrizio Benedetti

Professore di neurofisiologia e fisiologia umana all'università di Torino, direttore del Centro Ipoxia a Plateau Rosa (Svizzera) ha ottenuto numerosi riconoscimenti in tutto il mondo tra cui il Medical Book Award of the British Medical Association. Scrive sulle più prestigiose riviste scientifiche del mondo, è autore di numerosi libri di testo scritti per università del calibro di Oxford e, in Italia, per Mondadori. Ha al suo attivo più di 100 pubblicazioni internazionali. Tiene  conferenze in 5 continenti sull'effetto placebo e nocebo di cui è considerato uno dei massimi esperti a livello mondiale.

Mariani David

David Mariani

 

David Mariani è allenatore, formatore e imprenditore. Grazie a 40 anni di studi, ricerche e verifiche su oltre 70.000 persone, è uno dei massimi esperti al mondo nel campo dell'attività fisica collegata alla salute e alla longevità efficiente. Si avvale di uno staff di 35 persone, tra cui medici specializzati, psicologi e dottori in scienze motorie, e collabora con gerontologi, epidemiologi, cardiologi e medici dello sport. Fondatore e direttore di 7 centri fitness l'ultimo dei quali il Mariani Wellness Resort, vincitore, nel 2015, con il Club Award, nella categoria Innovazione. È ideatore di healthy habits, il primo metodo per il cambiamento sostenibile dello stile di vita, basato sul controllo delle abitudini, già recepito da grandi azienda, associazioni di malati e dal comparto sanitario. È inoltre co-autore del best seller Ventuno giorni per rinascere, edito da Mondadori.

 

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Sessione di EMS Training

Il Bundesrat, il Consiglio federale tedesco, ha recentemente aggiornato l’ordinanza sulla protezione dalle radiazioni che disciplina l'utilizzo dei dispositivi EMS.

Bimba che corre

Meno smartphone, tablet e tv, più attività fisica.

La pigrizia ha un’età: 7 anni. E’ questo, secondo uno studio condotto dall’Università di Jyväskylä e da LIKES Research Centre for Physical Activity and Health, il momento in cui i bambini iniziano a mostrare segni di malavoglia.

Simbolo Unione Europea

Il mercato europeo dei fitness club continua a crescere a ritmo costante. È quanto emerge dall'ultima edizione dello European Health & Fitness Market Report, l'annuale studio condotto da Deloitte in collaborazione con EuropeActive.

Un’ora soltanto la settimana. Basta questo, secondo i ricercatori della Feinberg School of Medicine della Northwestern University, negli Stati Uniti, per diminuire il rischio di disabilità legato all’artrosi.