Approvata dal governo la riforma dello sport

Mario Draghi
Venerdì, Febbraio 26, 2021
I 5 decreti legislativi presentati da Vincenzo Spadafora quando era ministro del secondo governo Conte sono stati approvati, in extremis, dal governo Draghi che dà così il via libera alla riforma del mondo sportivo.

È arrivato in zona Cesarini, per dirla con un'espressione calcistica, l'approvazione da parte del Consiglio dei Ministri dei cinque decreti legislativi per l'attuazione della riforma dello sport, presentati da Vincenzo Spadafora quando era ministro del secondo governo Conte. Come noto, se l'approvazione non fosse arrivata entro il 28 febbraio, la riforma sarebbe decaduta e l'iter sarebbe ripartito dall'inizio.

Tra i provvedimenti più importanti figura la regolarizzazione dei lavoratori sportivi ai quali, dal 22 luglio 2022, verranno versati i contributi previdenziali per i compensi superiori ai 10.000 euro annuali, dunque al di fuori dell'area esentasse.

Tra 5 anni sarà invece in vigore l'abolizione del vincolo sportivo, ovvero l'obbligo per gli atleti di svolgere attività sportiva agonistica solo per conto della società per la quale è tesserato, non potendo quindi praticare lo stesso sport con altra società.

Share

LEGGI ANCHE

La Conferenza Stato-Regioni ha approvato, il 3 novembre scorso, le nuove “Linee di indirizzo sull’attività fisica - Revisione

Sponsor

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.

Spogliatoio

In merito all’ambito di applicazione delle agevolazioni previste per gli

Pugile che urla

Come noto, i leader mondiali si sono re

Logo Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei ministri

il Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei m

Outdoor training

Il bando da 700 milioni di euro