Boutique del fitness alla riscossa

Studio Xponential Fitness
Autore: 
A cura della Redazione
Giovedì, Novembre 2, 2023
I centri fitness specializzati e di piccole dimensioni, noti come fitness studio e come boutique, dopo essere stati duramente colpiti dalla pandemia, hanno ripreso quota negli Stati Uniti e oggi addirittura detengono il 42% di tutti i frequentatori delle strutture dedicate al fitness d’America e continuano a crescere.

I fitness studio, noti anche come “boutique”, ovvero i centri specializzati e di piccole dimensioni, costituiscono con tutta probabilità il modello di business maggiormente colpito dalla pandemia, mostrando di essere il più vulnerabile alle flessioni del mercato.

L’IHRSA – l’Associazione statunitense che rappresenta il settore dei fitness-wellness club e dei centri sportivi del Nord America e attiva in ambito internazionale – ha riferito che negli Stati Uniti circa 30% di questi operatori nel 2021 ha cessato l’attività a causa dell’emergenza sanitaria e che questo segmento di mercato dal 2019 al 2021 ha perso 9 milioni di iscritti/clienti, registrando un calo del 22%.

Fortunatamente – come riportato dall’ultima edizione dell’IHRSA Global Report – con il passare del tempo le cose sono cambiate e oggi le fitness boutique detengono il 42% di tutti i frequentatori delle strutture dedicate al fitness presenti negli Stati Uniti e hanno registrato una crescita stimata intorno al 17%. È interessante notare che molti clienti delle boutique sono iscritti anche a un fitness club tradizionale e si prevede che nel periodo compreso tra il 2021 e il 2028 questi “mini club” cresceranno a un tasso annuo pari al 10,6%.

A guidare la forte ripresa degli studi è il marchio Xponential Fitness che nel secondo trimestre 2023 ha registrato una robusta crescita degli utili. «Il numero totale dei nostri iscritti in tutto il Nord America – ha dichiarato Anthony Geisler, CEO di Xponential – ha fatto registrato, anno dopo anno, una crescita del 29%, raggiungendo, alla fine del secondo trimestre del 2023, quota 697.000. Le visite ai nostri studi, sempre in Nord America, nel secondo trimestre sono aumentate del 32% su base annua, raggiungendo un totale di 12,9 milioni. Tutto ciò si è tradotto in vendite record che hanno generato un introito pari a 341 milioni di dollari, che indica un aumento del 37% rispetto a quello registrato nel secondo trimestre del 2022».

[solidcore], altro brand di questo segmento in rapida ascesa da un anno a questa parte, propone un allenamento della forza ad alta intensità e basso impatto, svolto su un reformer ispirato a quello del Pilates. Sotto la direzione del CEO Bryan Myers, ha aperto la sua centesima sede e prevede di espandersi a livello internazionale con l’obiettivo di raddoppiare la propria presenza.  Anche Orangetheory Fitness – per citare un altro operatore statunitense di boutique – ha continuato a espandersi e oggi conta 1.500 sedi in 24 paesi e prevede di aggiungerne complessivamente altre 100 entro la fine del 2023. Dalla fine del 2021, il numero totale dei suoi iscritti è cresciuto del 56%.

 

Share

LEGGI ANCHE