Defibrillatori: obbligatori negli impianti sportivi

Defibrillatore
Autore: 
A cura della Redazione
Lunedì, Aprile 17, 2023
Orazio Schillaci, ministro della Salute, e Andrea Abodi, ministro per lo Sport e i Giovani, hanno firmato il decreto che disciplina la certificazione dell’attività sportiva non agonistica e amatoriale e linee guida riguardanti dotazione e utilizzo di defibrillatori semiautomatici e automatici e di eventuali altri dispositivi salvavita.

I defibrillatori sono ora obbligatori negli impianti sportivi, durante le gare, così come durante gli allenamenti. E devono essere a disposizione di chi usufruisce di tali strutture. Orazio Schillaci, ministro della Salute, e Andrea Abodi, ministro per lo Sport e i Giovani, hanno firmato il decreto che disciplina la certificazione dell’attività sportiva non agonistica e amatoriale e le linee guida inerenti dotazione e utilizzo di defibrillatori semiautomatici e automatici, oltre che di eventuali altri dispositivi salvavita.

Il provvedimento, che aggiorna il precedente decreto ministeriale risalente al 2013 e relativo a quanto disposto dalla legge 116/2021, prevede l’utilizzo dei defibrillatori automatici esterni, oltre a quelli semiautomatici, anche nel corso degli allenamenti e delle competizioni. Prevede inoltre l’obbligo per le società sportive di condividere l’uso dei defibrillatori con tutti quelli che usufruiscono degli impianti. Il DAE deve essere registrato presso la centrale operativa del sistema di emergenza sanitaria 118 territorialmente competente.

Questo il commento del ministro Schillaci: «Abbiamo colmato una lacuna dando seguito a una norma importante che interessa le tante associazioni sportive dilettantistiche presenti sul territorio nazionale. L’attività fisica è un importante fattore di promozione della salute ed è fondamentale garantire la tutela di chi la pratica. È ampiamente dimostrato che in caso di un arresto cardiaco improvviso, un intervento di primo soccorso tempestivo e adeguato contribuisce a salvare fino al 30 per cento in più delle persone colpite. Abbiamo il dovere di adottare tutte le misure necessarie per salvaguardare la salute dei nostri ragazzi e degli sportivi che frequentano con entusiasmo e fiducia impianti e palestre in tutta Italia e la dotazione e i defibrillatori rappresentano indubbiamente una garanzia in più per la sicurezza di tutti».

Il ministro Abodi ha sottolineato che «il Decreto firmato oggi con il collega Schillaci rappresenta una tappa importante del nostro rapporto di collaborazione e un ulteriore passo avanti nella tutela della salute di tutti i tesserati delle ASD e SSD iscritte al Registro del Dipartimento per lo sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Con questo Atto si dà piena attuazione alla legge del 2021, che ha introdotto l’obbligo dei defibrillatori semiautomatici e automatici, da utilizzare seguendo le linee guida indicate, anche per gli allenamenti e nelle fasi di preparazione delle competizioni. Aumenta il profilo della tutela di tutti i praticanti di un’attività sportiva, non agonistica o amatoriale, e sarà possibile salvare la vita di chi subisce un arresto cardiocircolatorio, per cause cardiache e non cardiache».

 

Per approfondimenti:

Legge 4 agosto 2021, n. 116

Comunicato stampa Ministero della Salute

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Anziana con manubri in palestra

La commissione Sanità della Regione Toscana ha licenziat

Tower Bridge Londra

Dal gennaio del 2022 al dicembre del 2023, gli operatori

Insegna Anytime Fitness e palloncini
Campo da volley outdoor in periferia

Alla recente audizione alla

RiminiWellness 2023

RiminiWellness

Bambini su campo da basket

Partendo dal presupposto che la salute e l’istruzione