Diversità, equità e inclusione nel settore fitness europeo

Inclusività
Autore: 
A cura della Redazione
Venerdì, Novembre 10, 2023
EuropeActive, con alcuni partner, lancia lo studio “Diversity, Equity, and Inclusion” per aprire la strada alle pari opportunità e al progresso culturale e sociale nel comparto dei club.

EuropeActive, RISE Global Women's Collective, Sport Alliance ed EXI hanno unito le forze per lanciare uno studio completo su diversità, equità e inclusione, intitolato “Diversity, Equity, and Inclusion”, sinteticamente DEI) per i professionisti del settore fitness in tutta Europa. L’obiettivo di questa inedita iniziativa è far luce su questi importanti aspetti anche nel comparto dell’esercizio fisico per aprire la strada alle pari opportunità e al progresso sul piano culturale e sociale.

EuropeActive, con i suoi partner impegnati nello svolgimento di questa indagine, si impegna pubblicare ogni anno risultati aggiornati, includendo una sintesi di questo studio nell’annuale rapporto sul mercato europeo. Tutto questo per favorire uno sviluppo del settore fitness più inclusivo e diversificato, per consentire a tutti gli operatori di raggiungere il proprio pieno potenziale superando le barriere invisibili, i pregiudizi e le sfide sistemiche che ostacolano il progresso. Un’iniziativa che, oltre a dare l’esempio ad altri settori, costituisce lo studio più ampio sull’occupazione nel settore del fitness.

Già lo scorso anno EuropeActive aveva attuato, insieme a RISE, iniziative riguardanti l'uguaglianza di genere, tra le quali figura lo studio "Career Progression in the Fitness Industry", condotto in collaborazione con Aston University per identificare le aree nelle quali era necessario fornire sostegno alle donne e ai leader del settore per far emergere pienamente talenti e competenze sottovalutati. Sempre nel 2022, EuropeActive, Sport Alliance e WIFA hanno condotto il sondaggio “Equità di genere nel settore del fitness per scoprire la percezione della disuguaglianza di genere tra i dipendenti a tutti i livelli”.

Questi due precedenti studi hanno evidenziato:

  • la necessità di percorsi più chiari per i ruoli dirigenziali;
  • l'esistenza di pregiudizi di genere che ostacolano il progresso delle donne in posizioni di leadership dirigenziale;
  • una predominanza della leadership maschile nel settore del fitness;
  • significative disparità retributive basate sul genere.

La raccolta dei dati per il primo rapporto DEI è iniziata il 1° novembre scorso e terminerà il 27 febbraio prossimo, quindi proseguirà nel 2024 e negli anni successivi. Gli operatori e le associazioni di categoria del settore che intendono partecipare alla distribuzione dei sondaggi, contribuendo al buon esito di questo importante studio, sono benvenuti. Coloro che collaborano promuovendo e distribuendo il sondaggio all'interno della propria rete e delle proprie organizzazioni, e magari traducendo le domande del sondaggio, scritte in inglese, nella propria lingua, ottengono in cambio riconoscimenti nel rapporto con i promotori dello studio e il loro coinvolgimento viene menzionato in un comunicato stampa e nel rapporto annuale dello studio.

Le domande del sondaggio sono state scritte in inglese, ma se sei disposto a tradurre le domande nella tua lingua madre, creeremo una versione tradotta del sondaggio.

Per diventare partner dello studio e per maggiori informazioni, clicca qui

 

 

 

 

 

Share

LEGGI ANCHE