FIT.COMM. e C.I.S.M. si alleano per il fitness del futuro

Francesco Iezzoni
Lunedì, Febbraio 1, 2021
Il protocollo d’intesa sottoscritto dall’Associazione Italiana Fitness Commerciali dal Comitato Italiano Scienze Motorie è finalizzato allo sviluppo del settore fitness e, più in generale, dello sport non professionistico, sulla base di alcuni importanti principi condivisi.

Senza impresa non può esserci crescita, senza professionalità non si va lontano. Partendo da queste convinzioni, Fit.Comm - Associazione Italiana Fitness Commerciali e CISM - Comitato Italiano Scienze Motorie hanno posto le basi di un’alleanza strategica il cui fine è portare innovazione e sviluppo nel settore del fitness e, più in generale, dello sport non professionistico. L’accordo nasce dalla sottoscrizione, avvenuta lo scorso 12 gennaio, di un protocollo d’intesa operativo che poggia sui seguenti principi condivisi:

  • il riconoscimento dell’esercizio fisico come potente farmaco naturale, efficace per la prevenzione e il trattamento delle principali patologie croniche;
  • la richiesta, per il settore, di benefici fiscali e previdenziali coerenti con il suo fondamentale impatto sociale e con il contributo che dà al contenimento della spesa sanitaria tramite l’uso preventivo e terapeutico dell’attività motoria;
  • il diritto dei laureati in Scienze Motorie al riconoscimento delle proprie peculiarità e a un trattamento economico e contributivo adeguato alla professionalità espressa;
  • la promozione della società commerciale quale forma giuridica che meglio garantisce la sostenibilità economica e sociale del settore nel lungo periodo, insieme alla tutela lavorativa e previdenziale dei professionisti del settore;
  • la dotazione di ogni luogo dello sport, professionistico e non, di un responsabile dell’esercizio fisico laureato in Scienze Motorie. La condivisione di questi principi si traduce nelle seguenti azioni concrete, da portare avanti nel prossimo futuro: campagne informative e di educazione, rivolte alla popolazione, sui benefici dell’esercizio fisico e la sua prescrizione, e somministrazione, in centri fitness professionali; la richiesta al Legislatore di rendere detraibili, nella dichiarazione dei redditi, le spese d’iscrizione a palestre e centri sportivi, senza limiti di età e di spesa;
  • il riconoscimento della figura professionale del laureato in Scienze motorie attraverso un albo dedicato e l’attivazione delle prestazioni fiscali, previdenziali e contributive dovute;
  • il riconoscimento al settore dell’IVA agevolata al 10% (come i farmaci tradizionali) e di agevolazioni fiscali, tributarie e previdenziali coerenti con i benefici creati per la comunità e per il Sistema Sanitario Nazionale; proposte legislative per rendere obbligatoria la figura del laureato in Scienze Motorie in ogni luogo dello sport professionistico e non;
  • l’elaborazione e condivisione di percorsi formativi dedicati ai professionisti del settore per diffondere innovazione e competenza.

«Questo accordo – hanno commentano Francesco Iezzoni (nella foto), presidente FitComm, e Daniele Iacò, presidente CISM – è il primo passo nella costruzione di un’alleanza di quanti credono nel settore e vogliono impegnarsi attivamente per dargli un futuro più solido. La pandemia da Covid-19 ha accelerato e fatto deflagrare la grave crisi che il settore stava già vivendo da molti anni a causa delle sue troppe contraddizioni. Se vogliamo che questa pandemia, oltre alla tragedia che ha creato, ci lasci qualcosa di buono, dobbiamo metterci al lavoro adesso. Le basi per la rinascita e lo sviluppo duraturo del settore non potranno che poggiare su due pilastri: più impresa, per garantire la sostenibilità economica, e più professionisti, per migliorare costantemente i benefici per la popolazione».

Potrebbe interessarti anche questo articolo

Share

LEGGI ANCHE

Dieci minuti di attività fisica ad alta intensità al giorno influiscono sul sistema metabolico.

Plogging

L’attività fisica è un ingrediente fondamentale per la salute e il benessere del corpo e della mente. Non è detto, però, che non possa contribuire attivamente anche alla salvaguardia del Pianeta.

Studentessa al computer

L’Ateneo IULUniversità Telematica degli Studi di Firenze – lancia un master di I livello/corso di alta formazione ideato per formare i direttori e responsabili di impianti sportivi, sia pubblici sia privati.

Disegno mente

Un nuovo studio dell'Università di Plymouth, nel Regno Unito, e del Queensland University of Technology, in Australia, ha dimostrato che le persone sovrappeso possono dimagrire molto di più ricorrendo a immagini funzionali, ovvero a un mirato intervento motivazio

Cold Yoga

Molte persone definiscono ‘di successo’ un allenamento solo quando entrano in doccia adeguatamente sudate. Il che non rappresenta necessariamente un preconcetto.

Esercizio di Bowpring

Ideato negli Stati Uniti da John Friend e Desi Springer, il metodo il Bowspring si sta diffondendo anche in Italia.