Fitness e sport: un settore in ripresa

Group fitness
Autore: 
A cura della Redazione
Martedì, Marzo 28, 2023
Il post pandemia è caratterizzato da un significativo aumento della propensione degli italiani a migliorare la propria forma fisica, un trend che ha contribuito a ridurre il tasso di sedentarietà di oltre il 10%.

La digitalizzazione nel mondo sport favorisce la crescita dei ricavi e la ripresa del settore, nonché la riduzione del tasso di sedentarietà, con evidenti benefici per la salute fisica e mentale della popolazione. A dirlo sono i dati raccolti da Sportclubby – piattaforma per la prenotazione di attività sportive, fitness e wellness utilizzata da più di 1 milione di praticanti e da circa 1.000 strutture dislocate in tutta Italia – per l’Osservatorio Valore Sport, realizzato da The European House Ambrosetti in collaborazione con il CONI, l’Istituto per il Credito Sportivo, Sport e Salute, Decathlon, FitActive, Noberasco e Sportium.

Dallo studio “Sport Trend 2023” condotto da Sportclubby, nel 2023 l’attività sportiva si praticherà per divertimento e per raggiungere o mantenere la forma fisica desiderata. Entrando più nello specifico, le ragioni per allenarsi sono molteplici: avere meno problemi di salute derivanti dalla sedentarietà (62%); contrastare ansia, stress e depressione (54%); favorire occasioni di socialità (26%); aumentare l’energia positiva, utile sia nel lavoro, sia nella vita privata (23%).

Nel 2022, quasi il 40% degli italiani ha svolto meno attività fisica essenzialmente per mancanza di tempo. Mediamente, 1 manager o un lavoratore autonomo su 2, soprattutto quelli con la capacità di spesa più elevata (58%), ha dichiarato di non avere tempo da dedicare a sport ed esercizio fisico. Il tasso di sedentarietà ha così raggiunto il 60% nella fascia d’età compresa tra i 40 e i 54 anni. Il post pandemia è però stato caratterizzato da una positiva inversione di tendenza, ovvero un significativo aumento della propensione degli italiani a migliorare la propria forma fisica, un trend che ha contribuito a ridurre il tasso di sedentarietà di oltre il 10% rispetto alla rilevazione precedente. La ragione  principale di questo fenomeno incoragginate è la voglia di adottare uno stile di vita più sano per il proprio benessere fisico e psicologico (48% degli intervistati).

Infine, la digitalizzazione facilita l’accesso e la fruizione dei servizi sportivi e fitness, dunque la stabilizzazione dei ricavi registrati da fitness club e centri sportivi i cui servizi vengono sempre di più prenotati online da sportivi sia abituali, sia occasionali.

 

 

 

 

Share

LEGGI ANCHE