Fitness low cost, un mercato in crescita

Fitness low cost, un mercato in crescita big
il punto della situazione di un mercato emergente che potrebbe modificare gli equilibri del settore

di davide venturi

I centri fitness definiti “low cost”, o “budget club” per utilizzare un’altra espressione anglofona, offrono abbonamenti a prezzi stracciati mettendo a disposizione strutture di buona qualità in genere prive o quasi di staff. Queste realtà, già molto diffuse in altri paesi, incominciano a diffondersi anche in Italia. Ma quanti sono? Che cosa offrono? Dove sono? Cerchiamo dunque di fare il punto della situazione di questo mercato emergente che, nel bene e nel male, potrebbe modificare gli equilibri del settore.
La catena tedesca Fit-Star (www.fit-star.it), che ha fatto il suo ingresso in Italia qualche anno fa aprendo il primo club a Bolzano, attualmente, con i centri di Verona e i due di Milano è a quota quattro. Stando ai programmi di sviluppo, nel corso del 2011 verranno aperti altri quattro club – a Sesto Fiorentino, Padova, Roma e Venezia – e nel 2012 altri due, rispettivamente a Torino e Bologna.

I club targati Fit-Star – dotati di attrezzi Life Fitness, Hammer Strength, Dr. Wolff e Concept2 – propongono abbonamenti annuali al costo mensile di 18,90 euro al mese, sono aperti 24 ore su 24 e si sviluppano su superfici coperte di circa 1.800 metri quadrati. Addirittura mettono a disposizione dei soci personale qualificato e persino un’area Ladies riservata alle sole donne.

Il marchio italiano Hellofit (www.hellofit.it) ha fatto il suo debutto nel settembre del 2010 su iniziativa di un giovane imprenditore italo-tedesco già proprietario di altri due club low cost in Germania. Il club “apripista”, che oggi conta ben 2.500 iscritti, è stato aperto a Brescia, ad appena cinque minuti dal centro della città lombarda e sviluppato su una superficie superiore ai 1.000 metri quadrati. Il club è dotato di area fitness con attrezzi Technogym, area dedicata alle pedane vibranti, area corsi dedicata a Spinning, circuito Easy Line, circuito Power, GAG e corsi mirati per la schiena, area solarium con lampade Ergoline e area ristoro con bevande energetiche Powerbar. Presto i centri Hellofit – aperti dal lunedì al venerdì con orario continuato dalle 6 alle 24 e sabato, domenica e festivi dalle 9 alle 22 – saranno 7 grazie alle imminenti aperture a Rimini e Verona (2 centri), alle quelli faranno seguito quelle di Vicenza, Bergamo e del secondo club a Brescia. L’abbonamento base, definito menu basic, è proposto a 19,90 euro al mese e gli iscritti hanno la possibilità di acquistare i seguenti servizi extra: utilizzo mensile delle lampade abbronzanti a 6,90 euro al mese; utilizzo mensile delle pedane vibranti a 6,90 euro al mese; consumo illimitato di acqua minerale e bevande energetiche a 4,90 euro al mese. Chi invece opta per il menù VIP, proposto a 38,60 euro al mese, può fruire di tutti i servizi non compresi nel menù basic. Il format Hellofit è stato definito dalla stessa proprietà “low cost premium” e si svilupperà con la formula del franchising, fornendo ai franchisee un supporto a trecentosessanta gradi.

L’insegna WebFit attualmente identifica due club, ubicati rispettivamente a Trieste e Udine, che, in linea con le altre realtà appartenenti a questa nuova fascia di mercato, propongono l’abbonamento annuale a 19.90 euro al mese, cifra alla quale vanno aggiunti i 28,90 euro corrispondenti alla quota d’iscrizione una tantum. Oltre alle attrezzature Technogym più recenti, mette a disposizione della clientela personale in possesso di laurea in scienze motorie e si impegna per rispettare l’ambiente impiegando nuove tecnologie a basso consumo energetico. La zona definita hard room, sviluppata su una superficie di 200 metri quadrati, è dotata di multi power, panche piane e una serie completa di pesi liberi. Oltre all’area dedicata a stretching e addominali e alla zona bar con distributori automatici di bevande e alimenti, i club – aperti dalle 6 alle 23 dal lunedì al venerdì e dalle 9 alle 20 il sabato e la domenica – sono dotati di ampi spogliatoi e le docce sono utilizzabili al costo di 50 centesimi per 5 minuti. Il terzo club WebFit aprirà a fine Agosto a Mestre.

Il club Smartfit di Brescia – anch’esso dotato di attrezzature di nuova generazione e caratterizzato dall’attenzione prestata alla pulizia e dagli ampi orari di apertura – si distingue per un modello organizzativo estremamente flessibile, in grado di soddisfare – stando alla “promessa” dei gestori – ogni esigenza grazie a un sistema che individua e analizza i reali bisogni del singolo per fornire soluzioni mirate. Si distingue inoltre dagli altri operatori low cost per l’originale strategia commerciale: ogni cliente paga solo ciò di cui fruisce realmente, senza concorrere con la sua quota, in maniera indiretta, a sostenere i servizi fruiti da altri. Chi ad esempio non intende avvalersi dell’assistenza di un trainer, risparmia, mentre chi ha bisogno di un’assistenza ravvicinata può optare per il servizio di personal training, fruibile sia individualmente sia in piccoli gruppi. Fermo restando che un istruttore è sempre disponibile per tutti. Una volta versata la quota d’iscrizione di 10 euro, i soci possono optare per l’abbonamento biennale (630 euro), annuale (13 mesi a 360 euro), semestrale (260 euro), trimestrale (160 euro) e annuale a fascia oraria (ingresso fino alle 16, 295 euro). L’annuale over 65 (ingresso fino alle 16) è invece proposto a 250 euro e l’articolata strategia commerciale targata Smartfit offre inoltre i carnet da 100 ingressi (validità 15 mesi, 385 euro), da 50 ingressi (validità 12 mesi, 260 euro), da 25 ingressi (validità 12 mesi, 190 euro) o da 10 ingressi (validità 12 mesi, 85 euro). È inoltre disponibile l’ingresso singolo 10 euro, il carnet plurinominale (valido per massimo 4 persone) e diversi Personal Pack, ovvero pacchetti di sedute di personal training i cui prezzi oscillano dai 30 euro della singola seduta di un’ora ai 500 euro per 20 sessioni, dai 18 ero della seduta da 30 minuti ai 300 euro per il pacchetto da 20 sedute sempre della durata di mezz’ora.

Il marchio 20 hours (www.20hours.it), che identifica 40 club (22 a Milano, 12 in altre località lombarde, 4 a Roma e 2 in Puglia), lo scorso anno si è rinnovato diventando 20hours & Best Price, adottando di fatto il concept low cost. Aperti 20 ore su 24 per consentire ai soci di allenarsi dalle 6 del mattino alle 2 di notte, i centri del network lombardo propongono l’abbonamento annuale a 250 euro, all’incirca 20 euro al mese, perfettamente in linea con il prezzo medio espresso da questo mercato emergente. I soci possono allenarsi sia in sala cardio-isotonica, sia partecipando alle numerose attività di gruppo proposte. Inoltre, chi desidera essere assistito da un personal trainer tutte le volte che lo desidera, può acquistare la tessera V.I.P. che dà inoltre accesso a lezioni di gruppo esclusive, ovvero rivolte a un numero circoscritto di frequentatori, al riparo dall’affollamento.

A Treviso e a Padova sono operativi i due club Happy Fit (www.happyfit.it) che “si vendono” a 19,90 euro al mese. Con 7,90 euro in più al mese i soci possono utilizzare anche le pedane vibranti e con altri 7,90 euro il solarium senza limiti durante tutto il mese. Per accedere ai drink, anche in questo caso senza limitazioni, bisogna invece versare 5,90 euro aggiuntivi al mese. La VIP card costa invece 29,90 euro al mese e consente di usufruire di tutti i servizi. Ai due club, dotati delle migliori attrezzature Tecnogym e aperti dal lunedì al venerdì dalle 7,30 alle 22 e il sabato e la domenica solo mezza giornata, presto se ne aggiungeranno altri due: uno ancora a Padova e uno a Mestre.

My Fit di Parma (www.myfitparma.it) è il primo club low cost italiano aperto 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Offre una struttura ampia e accogliente, dotato di attrezzature Johnson Matrix impiegate per fare fitness secondo una concezione innovativa. Presto verrà aperto il secondo club, sempre nel capoluogo emiliano. Attualmente (luglio per chi legge, ndr) è in atto la fase di prevendita.
EOS Palestre ha recentemente cambiato nome, ideando il nuovo marchio 6.24 Palestre (www.624palestre.it) con il quale propone l’abbonamento a 19,90 al mese. Attualmente è in atto la fase di prevendita a S. Giuliano Milanese.
È stata annunciata l’apertura del club easyFit a Milano, in Viale Sarca. La promozione attuata per lanciare questa nuova realtà, offre addirittura l’abbonamento annuale a 120 euro per chi lo sottoscrive entro il 31 dicembre 2011.
Infine, circola la voce secondo la quale il network GetFIT sia in procinto di aprire il suo ramo low cost, ma di ufficiale, per ora, non c’è ancora nulla. Se sono rose, fioriranno. E costeranno poco.

Share

LEGGI ANCHE

Locandina European Week of Sport 2019

La European Week of Sport,  iniziativa promossa dalla Commissione Europea, promuove da anni l’attività fisica in tutto il Vecchio Continente, esortandone la popolazione, con numerose iniziative, essere attiva,

IHRSA European Congress 2018

L’ edizione 2019 dell’IHRSA European Congress, la 19^,  si terrà a Dublino, dal 14 al 17 ottobre prossimi, all’interno del Clayton Hotel Burlington Road.

Skyline New York

La trentaseiesima edizione di Profiles of Success, il resoconto dello studio annuale con il quale l’IHRSA analizza il mercato statunitense dei fitness-wellenss club, fotografa un settore dinamico che, nel corso del 2017, ha registrato una crescita

La sedentarietà non fa bene alla salute, ma non sarebbe causa di mal di schiena. Secondo uno studio condotto in Australia, infatti, si esclude ogni associazione fra la prolungata posizione seduta e il dolore lombare.

Nel 2018 gli italiani hanno speso 17,5 miliardi per la sana alimentazione, mentre 10,2 miliardi sono stati destinati alla cura del corpo e 8,6 miliardi all’attività fisica.

Fitness club

La norma volontaria UNI-EN 17229:2019, pu