I timori che allontanano molte persone dalle palestre

Sala cardio Virgin Active
Autore: 
Redazione
Mercoledì, Dicembre 2, 2015
Un recente sondaggio, condotto da Virgin Active in Gran Bretagna, fa luce sui disagi più diffusi legati all’utilizzo di un fitness club che ostacolano la crescita del settore

Non tutti gli iscritti a un fitness club sono a loro agio nell’utilizzare gli attrezzi di cui è dotato, specialmente se neofiti o frequentatori saltuari. E questo disagio è spesso amplificato dalla sensazione di essere circondati da persone molto più in forma e apparentemente perfettamente integrate in questo ambiente. Tali imbarazzi allontanano ulteriormente chi è già intimorito dalla palestra o non è particolarmente motivato a frequentarla.

Virgin Active ha studiato questo fenomeno, definito “gymtimidation”, per comprenderne l’effetto su una grande fetta dei propri potenziali clienti. Lo ha fatto intervistando 2.000 cittadini britannici, scoprendo che il 26% evita i fitness club perché non si sente abbastanza sicuro di sé nell’utilizzare le attrezzature e teme che non nessuno lo aiuti in tal senso.

Un’altra preoccupazione che tiene molte persone lontane dai club è legata all’adeguatezza del proprio abbigliamento tecnico, ovvero il timore di apparire fuori luogo e sentirsi un “dilettante” in mezzo a “professionisti”. Non c’è dunque da stupirsi che quasi l’87% della popolazione adulta del Regno Unito non sia ancora iscritta a un club.

Tuttavia, da qualche anno a questa parte, il numero di adulti britannici che sottoscrive un abbonamento a un centro fitness sta lentamente crescendo anche, e soprattutto, a causa dei centri low cost che, grazie anche alla recessione, sono cresciuti velocemente. Per queste strutture, che inevitabilmente riducono al minimo i membri dello staff coerentemente con il loro modello di business incentrato su prezzi stracciati, risulta difficile affrontare la preoccupazione dei soci – evidenziata dal sondaggio condotto da Virgin Active – circa l’assistenza fornita dallo staff.

Questa ricerca ha il merito di aver fatto luce su alcune barriere che allontanano molti potenziali utenti dai club, fornendo agli operatori del settore alcune indicazioni preziose circa l’erogazione del proprio servizio.

PDF scaricabile: 
Share

LEGGI ANCHE

Locandina ANIF

Alla luce delle difficoltà causate dall’emergenza sanitaria dettata dalla diffusione del Coronavirus, ANIF - Eurowellness dirama il comunicato a sostegno del settore che ha innanzitutto inviato al Presidente della Regione Lombardia

Virus

In relazione all’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del Coronavirus, ANIF-Eurowellness appoggia le misure garantiste poste in essere dalle Istituzioni, a partire dal

Ambulanza

A causa dell’emergenza sanitaria in corso provocata dalla diffusione del COVID-19, la 21^ edizione di ForumClub è rinviata, in osservanza delle attuali disposizioni delle autorità e per ga

Lezione di NEO Kids

Si chiama NEOU la nuova startup digitale alla quale piace autodefinirsi la “Netflix del fitness”, il cui obiettivo, dichiarato, è far sì che l’esercizio fisico diventi una priorità per le famiglie, ma senza

Umberto MIletto

Personal trainer capace di costruirsi una straordinaria notorietà con il proprio canale YouTube che, con oltre 94 milioni di visualizzazioni, è il canale italiano dedicato al fitness più seguito, Umberto Miletto parteciperà per la prima volta, in

Ragazza con kettlebell

Alla fine del 2019, l’American College of Sports Medicine (ACSM) – una delle massime autorità, a livello mondiale nel campo del fitness, con particolare riferimento al suo legame con la salute – ha condotto, per il quattordicesimo anno consecutivo, il sondaggio t