Il mercato europeo del fitness continua a crescere

Simbolo Unione Europea
Autore: 
Redazione
Venerdì, Aprile 19, 2019
L'edizione 2019 dello European Health & Fitness Market Report evidenzia un altro anno di crescita del mercato europeo dei fitness club che nel 2025 potrebbe contare 86 milioni di iscritti, circa 24 milioni in più rispetto agli attuali 62,2 milioni

Il mercato europeo dei fitness club continua a crescere a ritmo costante. È quanto emerge dall'ultima edizione dello European Health & Fitness Market Report, l'annuale studio condotto da Deloitte in collaborazione con EuropeActive.

Nel 2018, il mercato del Vecchio Continente ha fatto registrare, rispetto al 2017, una crescita pari al 3,2%, raggiugendo i 27,2 miliardi di euro di entrate e i 62,2 milioni di iscritti.

Nel corso della sesta edizione dello European Health & Fitness Forum, organizzato da EuropeActive insieme a FIBO e svoltosi alla fiera di Colonia lo scorso 3 aprile, Karsten Hollasch di Deloitte ha presentato i risultati dello studio, rendendo noto che la catena low cost Basic Fit è l'operatore europeo che ha registrato la crescita maggiore nel corso del 2018, acquisendo un milione di nuovi soci (McFit 700.000, Pure Gym 600.000, Fit X 500.000,The Gym Group e Clever Fit  400.000). Hollasch ha inoltre reso nota un'incoraggiante previsione, basata sull'osservazione dell'andamento del mercato negli ultimi anni: gli attuali 62,2 milioni di iscritti cresceranno significativamente entro il 2025. Se il tasso di crescita annuale sarà pari al 4,7%, raggiungerà quota 86 milioni . «Un incremento – ha detto – che migliorerà notevolmente il tasso di penetrazione medio, che passerà dall'attuale 7,8% all'11%».

Share

LEGGI ANCHE

Sessione di EMS Training

Il Bundesrat, il Consiglio federale tedesco, ha recentemente aggiornato l’ordinanza sulla protezione dalle radiazioni che disciplina l'utilizzo dei dispositivi EMS.

Bimba che corre

Meno smartphone, tablet e tv, più attività fisica.

La pigrizia ha un’età: 7 anni. E’ questo, secondo uno studio condotto dall’Università di Jyväskylä e da LIKES Research Centre for Physical Activity and Health, il momento in cui i bambini iniziano a mostrare segni di malavoglia.

Un’ora soltanto la settimana. Basta questo, secondo i ricercatori della Feinberg School of Medicine della Northwestern University, negli Stati Uniti, per diminuire il rischio di disabilità legato all’artrosi.

Strateghi della vendita virtuali, jogging cerebrale in un mondo digitale, allenamento che diventa un viaggio fantastico e giocoso, ovvero trucchi tecnologici per alimentare la motivazione all’esercizio fisico di chiunque, dal neofita sedentario agli atleti di altissimo profilo.