Il progetto che mette in moto i disabili

Get Yourself Active
Autore: 
Redazione
Giovedì, Novembre 5, 2015
Sport England, ente governativo britannico il cui compito è favorire nella popolazione la diffusione di uno stile di vita fisicamente attivo, sostiene un progetto pilota finalizzato al coinvolgimento nell’attività sportiva di un numero sempre maggiore di persone con disabilità fisica.

In Gran Bretagna, la percentuale di disabili che praticano sport continua a essere significativamente inferiore rispetto a quella riguardante i normodotati. Per questo motivo Sport England, in occasione della Giornata Internazionale per le persone con disabilità, ha stretto una partnership con il Disability Rights UK (sinteticamente DRUK), l’agenzia per i diritti dei disabili del Regno Unito.

In base all’accordo, Sport England assegna all’agenzia un totale di 791.171 sterline – provenienti dai fondi della Lotteria Nazionale – per sostenere un progetto pilota finalizzato al coinvolgimento nell’attività sportiva di un numero sempre maggiore di persone con disabilità fisica.

Sport England ha anche dato un nome al progetto pilota di questa iniziativa nata nel dicembre del 2014 – Get Yourself Active – e ha al tempo stesso coinvolto la popolazione invitandola a dire il proprio parere utilizzando e-mail e social network, attirando in questo modo l’attenzione dell’opinione pubblica su un progetto d’importanza sociale ancor prima che sportiva. 

www.disabilityrightsuk.org

Share

LEGGI ANCHE

Digital fitness

Il rapporto sui trend previsti per il 2021 nel settore fitnes

Particolare copertina videocorsi

Il catalogo di videocorsi realiz

Ragazza in palestra con mascherina

Il Dipartimento per lo sport della Pres

Joystick videogame

È stata inaugurata lo scorso19 maggio,

Mario Draghi

Nella serata di lunedì 17 maggio, il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce misure urgent

Gregorio Paltrinieri durante l'intervista

Dopo aver trionfato agli Europei di nuoto di Budapest, conquistando l’oro nella 5 e nella 10 chilometri e trascinando la compagine azzurra alla vittoria anche nella prova a squadre (insieme a Rachele Bruni, Giulia Gabbrielleschi e Domenic