Nuove misure del Governo a supporto dello sport

Outdoor training in un parco attrezzato
Autore: 
A cura della Redazione
Martedì, Aprile 23, 2024
Lo scorso 9 aprile il Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi ha presentato le nuove misure finalizzate alla promozione dell’attività fisica e sportiva sul territorio nazionale tramite il finanziamento di varie iniziative.

Andrea Abodi, Ministro per lo Sport e i Giovani, insieme ai ministri della Giustizia, Carlo Nordio, e dell'Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, il Vicepresidente Vicario di ANCI, Roberto Pella, il Presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo, Beniamino Quintieri, e il Presidente di Sport e salute, Marco Mezzaroma, lo scorso 9 aprile ha presentato, nella sala Polifunzionale della Presidenza del Consiglio dei ministri, le misure a supporto dello sport.

È stata l’occasione per firmare un protocollo d’intesa tra il Ministro Nordio e il Ministro Abodi per incentivare l’attività motoria e sportiva e promuovere nelle carceri uno stile di vita attivo, coinvolgendo detenuti adulti, minori e i giovani adulti in carico al DAP e ai servizi della Giustizia minorile. Grazie a questo protocollo verranno attuati programmi di pratica sportiva individuale e collettiva, organizzando percorsi di avviamento al tirocinio e alla qualificazione tecnica all’interno degli istituti di pena con l’obiettivo di veicolare, attraverso la pratica dello sport, i valori dell’autodisciplina, dell’aggregazione e del rispetto, anche nell’ambito del trattamento rieducativo.

«Il nostro obiettivo – ha detto il Ministro Abodi – è il miglioramento del sistema sportivo. Gli attori in campo devono mettere insieme le proprie forze in un modello italiano che vogliono attuare. A partire dal miglioramento delle infrastrutture con investimenti pubblici, facendo incursione anche in due mondi socialmente rilevanti come la scuola e le carceri. È nell'istruzione che giochiamo gran parte della nostra partita; l'abbandono dei luoghi di sport decretano disagio sociale e aumentano il disagio giovanile. Dobbiamo lavorare sulla pianificazione affinché nulla accada in maniera incidentale. Oggi abbiamo presentato un pacchetto orientato al miglioramento delle infrastrutture, ma ci saranno altre misure. Si superano 130 milioni di euro di investimenti a cui si aggiungono quelli dell’Istituto del Credito Sportivo e altri fondi di contributo».

Gli avvisi "SPORT DI TUTTI - Carceri", "SPORT DI TUTTI - Parchi", "SPORT DI TUTTI - Parchi 4-14", "Allestimento spazi non convenzionali" sono pubblicati nella sezione “Bandi e avvisidel siti del Dipartimento per lo Sport e Sport e salute. Di seguito le misure presentate.

 

Outdoor training in un parco attrezzato   Banbini in palesrtra scolastica

 

Sport e periferie

L’iniziativa di Sport e Periferie, promossa dal Ministro per lo Sport e i Giovani attraverso il Dipartimento per lo Sport, ha l’obiettivo di promuovere lo sviluppo di infrastrutture sportive pubbliche e favorire l’inclusione sociale, il benessere e la coesione delle comunità locali. L’Avviso offre un significativo contributo al miglioramento delle infrastrutture sportive nei Comuni italiani per ridurre i fenomeni di marginalizzazione, disagio e degrado sociale, migliorare la qualità urbana e il tessuto sociale attraverso la promozione di attività sportiva. L’iniziativa mira a valorizzare l’importanza dello sport come strumento fondamentale per migliorare la qualità della vita nelle zone periferiche delle città, contribuendo alla rigenerazione urbana e al benessere delle comunità locali. In particolare, con l’edizione 2023 sono stati stanziati 75 milioni di euro per progetti nei Comuni con meno di 100.000 abitanti che ha portato a 128 beneficiari a fronte di oltre 1.400 richieste.

L’edizione del Fondo 2024, oltre a destinare una quota di finanziamento per lo scorrimento dei progetti ritenuti idonei del 2023, si rivolgerà ai Comuni oltre i 100.000 abitanti indicando specifici obiettivi da perseguire, a partire dalla riqualificazione energetica e dalla accessibilità degli impianti, seguendo criteri di pianificazione e limitando l'impatto sul consumo di territorio.

 

Terza linea di intervento PNRR Sport e Inclusione Sociale - Playground

La Terza linea d’intervento è finalizzata alla realizzazione di parchi e percorsi attrezzati attraverso la fornitura di attrezzature sportive ed è destinata ai Comuni fino a 10.000 abitanti appartenenti alle Regioni del Mezzogiorno. Gli interventi ammessi a finanziamento hanno garantito, in fase di selezione, il raggiungimento della cosiddetta Quota sud, la quota di fondi destinata ai Comuni del Sud Italia che ammonta al 42,4%, sensibilmente più alta del target del 40%. La linea d’intervento, per la quale sono stati stanziati circa 43 milioni di euro, concorre agli obiettivi di rigenerazione urbana e inclusione sociale propri della misura PNRR M5C2I3.1. Dei 1.548 interventi affidati 545 sono già stati realizzati.

 

Sport di tutti - carceri

È un’iniziativa promossa dal Ministro per lo Sport e i Giovani, tramite il Dipartimento per lo Sport, realizzata in collaborazione con Sport e Salute e con il Ministero della Giustizia, tramite il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria (DAP) e del Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità. L’iniziativa intende supportare e promuovere l’attività sportiva e formativa all’interno degli istituti penitenziari per adulti e minori e per i giovani adulti in carico al DAP ed ai Servizi Dipartimento per la Giustizia minorile e di comunità. Il progetto 2024 prevede la realizzazione di iniziative finalizzate allo svolgimento di attività fisico/sportiva e di formazione proposte da ASD/SSD ed Enti del Terzo Settore di ambito sportivo. Tra gli obiettivi figura il sostegno e recupero, attraverso l’attività sportiva, dei soggetti fragili e a rischio devianza, il miglioramento della salute, lo sviluppo di competenze in ambito sportivo, educativo e socio-psico-pedagogico e il reinserimento sociale e lavorativo attraverso lo sport. Il progetto, lanciato nel 2023, ha consentito di finanziare 78 progetti e punta a finanziare con il nuovo Avviso ulteriori 70 progettualità, per un importo massimo singolo di 20.000 euro.

 

Anziano e bambino giocano a bsket   Famiglia in bicicletta

 

Allestimento spazi non convenzionali

Il progetto – promosso dal Ministro per lo Sport e i Giovani, tramite il Dipartimento per lo Sport e Sport e Salute, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e del Merito – ha come obiettivo la realizzazione di allestimenti di spazi non convenzionali per l’attività motoria, fisica e sportiva nelle Istituzioni scolastiche statali e paritarie, primarie e secondarie di I grado, sprovviste di palestra interna. Si punta a realizzare soluzioni innovative ed economicamente sostenibili, proponendo modelli facilmente adattabili in funzione degli spazi effettivamente disponibili e fornendo attrezzature e materiale sportivo. L’obiettivo è finanziare, con un budget complessivo di 2.200.000 euro, circa 100 interventi in aggiunta ai 10 già realizzati durante fase pilota.

 

Sport missione Comune

Sport Missione Comune è il bando dell’Istituto per il Credito Sportivo rivolto agli Enti Territoriali e finalizzato a sostenere la realizzazione, la ristrutturazione e gli interventi di efficientamento energetico dell’impiantistica sportiva. Dal 10 aprile al 30 settembre 2024, i Comuni, le Unioni di Comuni, i Comuni in forma associata, le Città Metropolitane, le Province e le Regioni potranno accedere a un mutuo a tasso d’interesse completamente abbattuto fino a 10 anni, oppure usufruire del contributo spalmato su un mutuo con durata maggiore, fino a 25 anni. Il bando supporta: la costruzione, l’ampliamento, il miglioramento, l’efficientamento energetico degli impianti sportivi; le maggiori spese dovute alle variazioni di prezzo conseguenti all’aumento dei costi dei materiali di costruzione; il cofinanziamento alle risorse PNRR, ai bandi regionali, a Sport e Periferie; la realizzazione di piste ciclabili.

 

Bici in Comune

Il progetto, voluto dal Ministro per lo Sport e i Giovani e realizzato dall’Associazione Nazionale Comuni Italiani- ANCI, in collaborazione con il Dipartimento per lo Sport e Sport e Salute, è rivolto a tutti i Comuni e punta a promuovere la mobilità in bicicletta e la diffusione di uno stile di vita sano. Saranno finanziati, con importi variabili in base al numero di abitanti, nuovi progetti di mobilità urbana ed extraurbana, iniziative per la promozione sia della mobilità ciclabile sia del territorio attraverso lo sviluppo del cicloturismo, attività con le scuole, la promozione, l’innovazione e la digitalizzazione dei percorsi ciclabili, e l’organizzazione di eventi aggregativo-sportivi ciclistici. L’obiettivo è finanziare circa 184 Comuni, con contributi massimi variabili da 50.000 a 150.000 euro.

 

Sport di tutti - Parchi 4-14

Promossa dal Ministro per lo Sport e i Giovani, tramite il Dipartimento per lo Sport, e realizzato in collaborazione con Sport e Salute, questo progetto, nato anche grazie alla collaborazione con ANCI, prevede la realizzazione, in cofinanziamento con i Comuni, di nuove aree attrezzate all’interno di parchi comunali pubblici, con strutture per lo svolgimento di attività ludico-motoria e fisica rivolta ai bambini e ragazzi dai 4 ai 14 anni. Sono previsti tre modelli progettuali, differenziati per fasce d’età (4-8, 9-14, 4-14). Tra gli obiettivi di questa iniziativa figurano l’offerta di opportunità per svolgere attività fisica in aree pubbliche in totale sicurezza, la promozione di nuovi modelli di pratica sportiva all’aperto e l’utilizzo di aree nei parchi pubblichi per l’attività di ASD e SSD. Il budget complessivo è di 3 milioni di euro per finanziare sino a 50 aree attrezzate in altrettanti Comuni.

 

Sport di tutti - Parchi

È un’iniziativa promossa dal Ministro per lo Sport e i Giovani, tramite il Dipartimento per lo Sport, realizzata in collaborazione con Sport e Salute. Il Progetto, il cui sviluppo avviene in collaborazione con ANCI, ha l’obiettivo di realizzare, in cofinanziamento con i Comuni, nuove aree sportive attrezzate polivalenti all’interno di parchi comunali pubblici o spiagge. Le aree saranno dotate di strutture fisse per lo svolgimento di attività fisica a corpo libero per giovani, adulti, over 65 e persone con disabilità. I Comuni affideranno le aree, per almeno due anni, ad ASD e SSD del territorio. Nel 2023 sono stati già finanziati 62 progetti in altrettanti Comuni ai quali si aggiungono i 177 progetti finanziati con altre misure. Nel 2024 l’obiettivo è finanziare, con un budget di 2.402.778 euro, ulteriori 150 Comuni.

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Insegna Anytime Fitness e palloncini
Campo da volley outdoor in periferia

Alla recente audizione alla

RiminiWellness 2023

RiminiWellness

Bambini su campo da basket

Partendo dal presupposto che la salute e l’istruzione

Un padiglione di FIBO 2024

L’edizione 2024 di FIBO, andat

Donna che corre

Un protocollo d'intesa tra Sport e Salute, società dello