Progettate in Gran Bretagna le “città della salute”

Famiglia in bicicletta
Autore: 
Davide Venturi
Venerdì, Marzo 25, 2016
Il Progetto “Healthy New Towns”, recentemente presentato dal sistema sanitario pubblico britannico, prevede, entro io 2030, la realizzazione di nuovi insediamenti urbani progettati per favorire uno stile di vita fisicamente più attivo, più sano ed ecosostenibile

Un progetto molto ambizioso e al tempo stesso affascinante: realizzare dieci "quartieri della salute". In tre parole "Healthy New Towns", nome conferito al programma recentemente presentato dal sistema sanitario britannico, che prevede la progettazione e la costruzione di dieci nuovi insediamenti residenziali in grado di incoraggiare gli abitanti a svolgere più attività fisica, alimentarsi correttamente e più in generale vivere in modo più sano e rispettoso dell’ambiente.

Il piano prevede la realizzazione di “cittadelle del benessere” immerse nel verde, servite da trasporti pubblici a impatto zero e da piste ciclabili, dotate di zone pedonali e prive di fast food nelle vicinanze delle scuole, caratterizzate da strade con marciapiedi più ampi e segnaletiche ipertecnologiche. Un approccio olistico per migliorare lo stile di vita degli abitanti, prevenire gravi patologie croniche come tumori, demenza e obesità e, al tempo stesso, favorire la socializzazione.

Queste oasi della salute e del benessere, che ospiteranno più di 76.000 nuovi edifici destinati a circa 176.000 residenti, dovrebbe sorgere entro il 2030.

Il National Health Service, sinteticamente NHS, ovvero il sistema sanitario pubblico britannico, sta lavorando a questo progetto coinvolgendo rinomati medici, progettisti ed esperti in nuove tecnologie per configurare un modo diverso di erogare l’assistenza sanitaria all’interno di questi avveniristici insediamenti urbani.

 

Share

LEGGI ANCHE