Regno Unito: 7 programmi d’investimento per promuovere sport ed esercizio fisico

Donne con giacca a vento da jogging
Autore: 
Redazione
Venerdì, Luglio 15, 2016
Per favorire la diffusione della pratica sportiva Oltremanica, il governo britannico ha recentemente presentato un articolato piano d’investimenti per il quinquennio 2016-2021

Il governo del Regno Unito ha pubblicato, lo scorso dicembre, “Sporting Future: una nuova strategia per una nazione attiva”, documento che illustra, in modo coraggioso, le iniziative la cui attuazione avrebbe come fine incoraggiare alla pratica sportiva tutte le fasce della popolazione, nessuno escluso.

Una nuova e audace strategia politica che dà un nuovo significato al termine “sport”, riconducendolo in modo forte e diretto ai concetti di benessere psicofisico, realizzazione personale, sviluppo sociale ed economico.

Il documento ha riscosso grandi consensi e Sport England – ente governativo britannico con il compito di favorire la diffusione di uno stile di vita fisicamente attivo nella popolazione – si è subito attivato per dare vita a sette nuovi programmi di investimento che andranno a sostituire quelli già esistenti.

 

I 7 programmi d'investimento

Di seguito illustriamo, in modo dettagliato, i 7 programmi d’investimento configurati da Sport England per il quinquennio 2016-2021.

 

Affrontare e sconfiggere la sedentarietà

Nel Regno Unito, il 28% della popolazione si dichiara fisicamente inattiva a causa di un ampio ventaglio di ostacoli di natura sia emotiva sia pratica. «L'aumento del numero delle persone attive – si legge nel documento “Sport England towards an active nation - Strategy 2016-2021” di Sport England – produrrà benefici sia diretti, migliorando lo stato di salute della popolazione, sia indiretti, a vantaggio di tutti gli operatori coinvolti, con ricadute positive per l'economia nel suo complesso. Per questa ragione, destineremo almeno il 25% delle nostre risorse complessive ad azioni il cui fine è contrastare concretamente la diffusa sedentarietà».

 

Coinvolgere bambini e giovani

Gli investimenti di Sport England saranno in parte destinato all'organizzazione e promozione di attività pre e post scuola che oltre a migliorare le capacità atletiche dei bambini, favoriranno anche il divertimento attraverso lo sport, in modo che crescano muovendosi e restino attivi per tutta la vita. «Poiché i bambini e i giovani sono clienti del sistema sportivo esattamente come gli adulti – si legge nel documento – è nostro compito adattare il nostro lavoro in base alle loro esigenze e preferenze».

 

Sostenere il volontariato

Anche Oltremanica il volontariato costituisce la base fondante della cultura sportiva. Per questa ragione, una parte dell'impegno finanziario di Sport England avrà come fine la professionalizzazione dei volontari affinché diventino la “testa pensante” dello sport.

 

Trasformare lo sport in un mercato di massa

Sono milioni le persone che fanno sport in maniera irregolare, passando continuamente da uno stato di sedentarietà a uno di attività. «Se saremo in grado di facilitare la costanza e la regolarità nella pratica di attività motoria, saranno molto più numerose le persone che ne beneficeranno, diventando “alfieri” dell’esercizio fisico. Per individuare le idee migliori per rendere lo sport un'attività di massa, guarderemo anche al di fuori del settore».

 

Rendere lo sport più sostenibile

Il documento Sporting Future sottolinea inoltre che fino a oggi gli investimenti pubblici sono stati eccessivamente concentrati sul sostegno di una specifica fetta del mercato: quella i cui protagonisti sono i grandi atleti che richiamano il grande pubblico con i grandi eventi sportivi. Una linea politica che ha reso alcune organizzazioni dipendenti, dal punto di vista finanziario, dai fondi stanziati dal governo. «Lavoreremo con queste organizzazioni – si legge nel documento – per migliorare la loro sostenibilità ed efficienza».

 

Lavorare a livello locale

Le persone scelgono i luoghi in cui fare sport ed esercizio fisico in base a dove vivono e lavorano e le comunità finiscono per chiudersi in loro stesse, non dialogando con le realtà circostanti, perdendo importanti opportunità di collaborazione. Sport England intende dimostrare i benefici del lavoro sinergico e darà il suo contributo alla creazione di un interscambio tra località rurali e urbane, ideando nuove forme di collaborazioni a lungo termine.

 

Gli impianti sportivi

L’esperienza sportiva delle persone, e le probabilità che la ripetano regolarmente, è influenzata in modo determinante dalle strutture in cui viene vissuta. «Continueremo a investire su tutti i tipi di servizi, prediligendo soprattutto gli impianti polivalenti dedicati a diverse discipline che hanno dimostrato, negli anni, di essere maggiormente sostenibili. Vogliamo creare una nuovo fondo patrimoniale destinato al sostegno delle infrastrutture locali».

 

Share

LEGGI ANCHE

Simbolo Unione Europea

Il mercato europeo dei fitness club continua a crescere a ritmo costante.

Un’ora soltanto la settimana. Basta questo, secondo i ricercatori della Feinberg School of Medicine della Northwestern University, negli Stati Uniti, per diminuire il rischio di disabilità legato all’artrosi.

Strateghi della vendita virtuali, jogging cerebrale in un mondo digitale, allenamento che diventa un viaggio fantastico e giocoso, ovvero trucchi tecnologici per alimentare la motivazione all’esercizio fisico di chiunque, dal neofita sedentario agli atleti di altissimo profilo.

Il divertimento è la chiave per l'attività fisica dei più giovani

Sono stati più di 130.000 i soggetti intervistati nel corso dell'anno accademico 2017/2018 ai fini dell'indagine Active Lives Children and Young People, i cui dati hanno portato alla stesura del

Dai bambini agli anziani, bisogna fare più attività fisica

Incrementare il numero delle persone fisicamente attive del 30%, per quanto riguarda gli adulti, e del 15% per gli over 64.

Convegno ANIF ForumClub 2019

Il Convegno nazionale ANIF Eurowellness, il primo del 2019, si è svoltosi lo scorso 15 febbraio nel corso del 20° ForumClub e dell'11° Forum