Riconoscimento delle palestre della salute: verso la nuova legge

Anziana con manubri in palestra
Autore: 
A cura della Redazione
Martedì, Giugno 11, 2024
La Regione Toscana ha approvato all’unanimità, lo scorso 28 maggio, il testo della proposta di legge sul riconoscimento delle strutture non sanitaria, pubbliche e private, in cui può essere svolto esercizio fisico strutturato sotto la guida di figure professionali specializzate.

La commissione Sanità della Regione Toscana ha licenziato all’unanimità, lo scorso 28 maggio, il testo della proposta di legge sulle disposizioni per il riconoscimento in materia di “Palestre della salute”. La proposta di legge, che ha come primo firmatario il vicepresidente di maggioranza del Consiglio regionale, è passata all’esame dell’Aula e introduce un nuovo articolo nella legge regionale 21/2015, riguardante la promozione della cultura e della pratica delle attività sportive e ludico-motorie-ricreative e modalità di affidamento degli impianti sportivi.

Il provvedimento intende disciplinare il riconoscimento delle “Palestre della salute”, ovvero strutture di natura non sanitaria, pubbliche o private, definite dal decreto legislativo 36/2021, nelle quali può essere svolto esercizio fisico strutturato sotto la guida di figure professionali previste dal decreto stesso. Con questo atto la Regione stabilisce i requisiti strutturali e organici che rendono tali strutture idonee a rivolgersi a persone con patologie o fattori di rischio sanitario, consentendo loro di svolgere programmi personalizzati di attività fisica consigliati dal medico, svolti individualmente sotto la supervisione di professionisti dotati di specifiche competenze.

 

Share

LEGGI ANCHE