Wellness: un’economia da 5,6 trilioni di dollari

Ragazza con manubri
Autore: 
A cura della Redazione
Venerdì, Dicembre 1, 2023
L’edizione 2023 del Global Wellness Economy Monitor, lo studio annuale con il quale il Global Wellness Institute tasta il polso al mercato mondiale del benessere, fornisce dati positivi sul mercato mondiale del benessere prevedendo un’ulteriore crescita nell’immediato futuro.

Come la maggior parte dei settori, l’economia globale del wellness negli ultimi anni ha subìto importanti cambiamenti e sconvolgimenti a causa della pandemia. Fino al famigerato 2020, per molti anni era cresciuta con una forza e a una velocità superiori rispetto a quelle dell’economica complessiva. Nel 2019 il suo giro d’affari complessivo era pari a 4,9 trilioni di dollari e nel 2020, a causa dell’emergenza sanitaria, aveva registrato un calo del 9,5%, scendendo a 4,5 trilioni di dollari. La buona notizia è che l’economia mondiale del benessere si è ripresa rapidamente dallo shock economico del 2020: la maggior parte degli undici settori di cui è composta si sono ripresi e ora superano i livelli pre pandemici. Alla fine del 2022 il suo valore ha raggiunto i 5,6 trilioni di dollari, quasi il 14% in più rispetto al valore del 2019. Nel 2021, nella sua fase iniziale di ripresa dalla pandemia, ha fatto registrare una crescita vigorosa del 16,5% che si è poi ridotta gradualmente (+ 8,1% nel 2022).

Questi dati, decisamente incoraggianti, emergono dall’edizione 2023 del Global Wellness Economy Monitor, il rapporto dello studio con il quale ogni anno il Global Wellness Institute tasta il polso al mercato mondiale del benessere, che rivela, inoltre, che il settore dell’attività fisica tra il 2020 e il 2022 è cresciuto del 14,3% e oggi il suo valore è dell’11% superiore a quello del 2019.

Il fitness, il segmento più penalizzato dalla crisi pandemica, non è ancora tornato ai livelli pre pandemia a causa di diversi fattori, tra i quali il fatto che il numero totale di frequentatori di club non sia ancora tornato ai livelli del 2019 e che un certo numero di strutture abbia cessato l’attività. Il movimento consapevole, come yoga e pilates, per citare le due attività mind-body oggi più apprezzate, ha fatto grandi passi avanti in termini di popolarità durante la pandemia e ha continuato a crescere a ritmo sostenuto, anche come forma di esercizio fisico anti stress finalizzato al benessere mentale. Anche la spesa dei consumatori per lo sport e le attività ricreative è cresciuta rapidamente e i settori di supporto (tecnologia per il fitness, abbigliamento/calzature e attrezzature) sono in forte crescita e superano i livelli pre pandemici.

Il Global Wellness Institute prevede che nei prossimi anni l’economia mondiale del benessere continuerà a crescere e che la spesa dei consumatori si amplierà ulteriormente, grazie anche alla spinta di fattori quali l’invecchiamento della popolazione, l’aumento delle malattie croniche, i costi insostenibili dell’assistenza sanitaria, il diffuso malessere mentale e la maggiore consapevolezza circa l’importanza e il valore di stili di vita sani orientati al benessere.

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Stralcio copertina Tutti i numeri del fitness

Per gestire qualsiasi club in modo redditizio bis

Area esperienziale Outdoor Wellness

Ha registrato più di 8.000 presenze e si è chiuso con tanta soddisfazione

Lavoratore sportivo

Come anticipato dal Ministro Andrea Abodi lo scorso 16 feb

Andrea Abodi

Andrea Abodi, Ministro per lo Sport e i Giovani, è intervenuto come key note speaker

Jogging in monrtagna

Future of Wellness 2024

Zumba Mixed Reality

Zumba