Associazioni sportive dilettantistiche: istruzioni per la gestione

Associazioni sportive dilettantistiche: istruzioni per la gestione big
In occasione della presentazione del libro 'Sport dilettantistico: come gestirlo', avvenuta recentemente a Bologna, il discusso delle difficolltà che l'associazionismo sportivo dilettantistico sta attraversando sul fronte fiscale, previdenziale, gestionale e organizzativo

Le difficoltà che l’associazionismo sportivo dilettantistico sta attraversando, sul fronte fiscale, previdenziale e, più in generale, gestionale e organizzativo, sono state al centro dell’incontro che si è svolto venerdì 14 giugno a Bologna, dedicato alla presentazione del volume Sport dilettantistico: come gestirlo (Ipsoa), di Guido Martinelli, avvocato e docente di legislazione sportiva, e Marta Saccaro, commercialista e pubblicista de Il Sole 24 ore.

L’incontro, al quale ha partecipato anche il neo eletto presidente del Coni Emilia Romagna, Umberto Suprani, ha offerto diverse visioni e sollecitazioni sul presente e il futuro di chi gestisce attività sportive dilettantistiche, quell’attività sportiva di base e intermedia, di grande valore per la collettività, ma compressa tra politiche statali che la trascurano, quando non la penalizzano, e difficoltà gestionali acuite dall’attuale congiuntura economica.

Dopo aver sottolineato alcune delle situazioni che presentano maggiori criticità per il mondo dello sport – tra cui il finanziamento dell’agonismo, la cosiddetta legge sugli stadi, la fiscalità, tra agevolazioni ed evasione – l’avvocato Martinelli, punto di riferimento per chi opera nel settore, si è soffermato su uno dei problemi centrali dello sport dilettantistico in questo momento, quello del lavoro e del suo costo, difficilmente remunerabile con tariffe che garantiscano a tutti l’accessibilità allo sport. Del volontariato, del lavoro nero, delle sanzioni amministrative che incombono sulle società e della responsabilità personale e penale dei dirigenti si sono occupati anche altri relatori intervenuti alla presentazione.

L’avvocato Erminio Retus, presidente della Camera degli Avvocati Tributaristi, ha introdotto il concetto di “delega di funzione”, per creare sistemi di controllo interni alle società sportive dilettantistiche e una più diffusa consapevolezza tra i membri del consiglio, riducendo contemporaneamente la responsabilità dei presidenti. Su questo tema, si è soffermata la stessa Marta Saccaro, evidenziando “i diversi profili di responsabilità, troppo spesso trascurati, di chi si occupa di sport dilettantistico”, profili ampiamente trattati invece nel volume presentato.

Ripercorrendo i temi affrontati nel testo, la coautrice ha posto l’accento su alcuni aspetti tuttora in via di definizione, come il provvedimento su defibrillatori e certificati di idoneità, ancora in attesa di pubblicazione, e su nodi ancora irrisolti, come quello previdenziale del contenzioso con l’Enpals.

Guarda il servizio di Matteo Fogacci di Telecentro

http://www.telecentroodeon.com/presentato-il-volume-sport-dilettantistico-come-gestirlo-0613.html

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Per dormire meglio basta incrementare l’attività fisica giornaliera. A dimostrarlo sono i risultati di uno studio condotto negli Stati Uniti, da un team di ricercatori della Brandeis University, con sede a Waltham, nel Massachusetts,

Ragazza gioca a Ring Fit Adventure

Il gioco consiste in una serie di sfide di difficoltà regolabile, e prevede l’utilizzo di particolari accessori con i quali muoversi nel mondo di gioco: il Ring-Con, un anello semirigido e che oppone resistenza al movimento, dotato di sensori che misurano la forz

Esercizi di Calisthenics

Molto efficace per il miglioramento delle capacità motorie, della resistenza, della coordinazione motoria, nonché per lo sviluppo della forza, il Calisthenics è una delle discipline più complete in termini prestazionali e di modellamento del corpo.

Un'asana di Woga

Tra le tendenze nel campo del fitness e del benessere spicca il Woga, lo yoga praticato in acqua.

Esterno Club Anytime FItness

Anytime Fitness, il primo franchising di fitness al mondo per numero di strutture (più di 4.000 sedi in oltre 50 Paesi), è presente da circa tre anni anche in Italia, dove conta oggi 18 club.

È sempre il momento giusto per iniziare a fare attività fisica. Anche quando si è anziani.