Attività fisica, non è mai troppo tardi per cominciare

Autore: 
A cura della Redazione
Giovedì, Ottobre 17, 2019
Iniziare a fare attività fisica? Ogni momento è un buon momento, anche se si è un po' avanti con gli anni. Lo dimostra uno studio condotto dall'Università di Birmingham.

È sempre il momento giusto per iniziare a fare attività fisica. Anche quando si è anziani. Secondo un recente studio condotto dall'Università di Birmingham, pubblicata sulla rivista Frontiers of Physiology, la capacità di costruire massa muscolare è la stessa degli atleti.

In particolare, i ricercatori hanno messo a confronto la capacità di sviluppare e rafforzare la muscolatura di due gruppi di uomini over 70. Il primo gruppo, classificato come 'atleti', includeva persone tra i 70 e gli 80 anni con alle spalle una vita di attività fisica e allenamenti, e che ancora competevano nelle proprie discipline. Il secondo gruppo, invece, era composto da individui sani appartenenti alla medesima fascia d'età, che però non avevano mai fatto sport né partecipato a programmi di esercizi strutturati.

Ognuno dei partecipanti allo studio, quindi, si è allenato con i pesi e attraverso biopsie muscolari fatte 48 ore prima e dopo l'allenamento, i ricercatori si sono resi conto che la capacità di aumentare la massa muscolare era identica tra i due gruppi.

"Il nostro studio - evidenzia il ricercatore capo, Leigh Breen, citato da Ansa - mostra chiaramente che non importa se non hai fatto regolarmente attività fisica per tutta la vita, si può comunque trarne beneficio ogni volta che si inizia. Ovviamente un impegno a lungo termine e l'esercizio fisico sono l'approccio migliore per raggiungere la salute complessiva, ma anche iniziare più avanti nella vita aiuterà a ritardare la fragilità legata all'età e la debolezza muscolare".
    

Share

LEGGI ANCHE

Acquafitness

Allenarsi in piscina è di estrema utilità, perché oltre a dare forma e tonicità al corpo permette di drenare e depurare l’organismo, agendo in maniera efficace anche sul sistema cardiocircolatorio.

Scimpanzè

La sedentarietà è forse la peggiore e la più diffusa tra le cattive abitudini della società odierna ed è una delle principali cause di disturbi e patologie all’apparato cardiocircolatorio. Ciò potrebbe dipendere dall’incompatibilità tra la forma del nostro cuore e le nostre abitudini.

Sportivi che corrono

Uno studio coordinato dai ricercatori dell’Unità di Disfunzioni Neuromuscolari dell’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS con il supporto di AIRC e Fondazione Cariplo, recentemente pubblicato sulla rivista scienti

Depressione

Negli ultimi anni si è cercato di scoprire se il livello di attività fisica fornisca effettivamente informazioni utili alla diagnosi del disturbo bipolare, per giungere a una diagnosi precoce.

Game face

Comunemente chiamata game face, la faccia da competizione è l’espressione concentrata e seria che spesso esibiscono gli atleti prima di un importante match sportivo.

Pasticche

Le indagin, coordinate dai Nas di Firenze, avevano avuto inizio dopo il sequestro, avvenuto a Figline Valdarno, in provincia di Firenze, di sostanze dopanti e stupefacenti proveniente dalla Polonia e spacciate su tutto il territorio nazionale.