Grande attesa per FIBO China

Grande attesa per FIBO China big
FIBO, il maggiore evento espositivo del settore fitness e wellness a livello internazionale, debutterà a Shanghai, dal 10 al 12 settembre, con la prima edizione di FIBO China, aprendo una finestra sul grande mercato cinese

Con il lancio di FIBO China , FIBO, il maggiore evento espositivo del fitness, del wellness e della salute a livello internazionale, apre le porte al mercato del fitness cinese, rivolgendosi alle aziende che intendono entrare, ed espandersi, in un mercato dall’enorme potenziale e in rapida crescita. Numerosi leader del mercato europeo del fitness hanno già programmato la loro partecipazione a FIBO China che si terrà a Shanghai dal 10 al 12 settembre prossimi.

«Abbiamo già riservato uno spazio espositivo a gym80 , Life Fitness , Matrix e Precor , solo per fare qualche nome – ha detto Ralph Scholz, direttore evento di FIBO – e possiamo anticipare che il segmento delle attrezzature professionali per l’allenamento sarà ben rappresentato. FIBO China – ha concluso Scholz – è la piattaforma perfetta per stabilire contatti in un mercato cinese del fitness e del benessere che cresce velocemente».

Tra gli espositori a quella che si annuncia una nuova manifestazione di riferimento figurano produttori di attrezzature, dispositivi e concetti per l’allenamento funzionale e strumenti per la valutazione corporea. Giocheranno un ruolo rilevante anche i segmenti nutrizione, controllo del peso e medicina e non mancheranno aree tematiche focalizzate sulla fisioterapia e l’allenamento, così come aziende che operano nel settore dell’abbigliamento e degli accessori sportivi.

Oggi in Cina – paese in cui la classe media è numericamente sempre più consistente – circa 400 milioni di persone, di età compresa tra 18 e 50 anni, costituiscono un enorme bacino di utenza potenziale per i club che, attualmente, contano 13 milioni di iscritti (cresciuti, negli ultimi cinque anni, al ritmo dell’8% annuo).

Gli operatori del settore fitness cinese attendono con impazienza FIBO China che offrirà loro l’opportunità di entrare direttamente in contatto con marchi internazionali e prodotti di alto profilo, così come di confrontarsi con professionisti di mercati più maturi. Adam Jin, presidente e amministratore delegato di Tera Wellness , catena composta da 102 club ubicati in 16 città cinesi, ha commentato così il debutto di questo importante evento espositivo: «Mi aspetto che FIBO China ci aiuti a migliorare la nostra efficienza con attrezzi e concetti di ultima concezione». E hanno le stesse aspettative Wang Cheng, vice presidente di Nirvana Fitness & SPA , catena che conta 16 club dislocati in tre città, e Christy Cao, amministratore delegato di China PowerHouse Gym, marchio che identifica 12 club situati in cinque diverse aree urbane.

Reed Exhibitions Deutschland , organizzatore dell’evento in collaborazione con il partner cinese Reed Sinopharm Exhibitions, prevede la partecipazione di circa 100 aziende espositrici provenienti da tutto il mondo e più di 3.000 visitatori.

info. www.fibo.de

Share

LEGGI ANCHE

Corretta alimentazione ed attività fisica: la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale fornisce utili consigli ai genitori e si sofferma sul significato di attività fisica e sul perché rivesta un ruolo così importante per la sal

La ricchezza? E' sopravvalutata. Per essere felici basta fare sport.

Centro Move Different Piscine Vicenza

Piscine di Vicenza, sinteticamente PdV, ha recentemente inaugurato il suo nuovo centro medico e il centro Move Different di

Hotel Irvine

La prima edizione dell'Annual Business Convention & Expo organizzata da AFS, la statunitense Association of Fitness Studios di cui la rivista Il Nuovo Club è media partner esclusivo per l'Italia, si

Body Groove

La "Too Fat -Too Thin Syndrome", la sindrome in virtù della quale chi ne soffre si vede talmente grasso da dimagrire in modo eccessivo, e dunque non salutare, può e deve essere vinta.

Un italiano su 3 è ossessionato dallo sport

Ossessionati dalla perfezione del corpo, abituati alle diete ipocaloriche o dipendenti da integratori e anabolizzanti, oggi ben un italiano su 3 (28%) sembra essere ossessionato dallo sport. Secondo gli esperti questo avviene perché, soprattutto a livello diletta