Nuovo rapporto IHRSA: i dati sul futuro dei professionisti del fitness

Nuovo rapporto IHRSA: i dati sul futuro dei professionisti del fitness big
Club, personal trainer e istruttori per attività di gruppo: l'evoluzione del mercato professionale

L’International Health, Racquet & Sportsclub Association, l’Associazione nordamericana che rappresenta gli operatori di fitness club e centri sportivi, sinteticamente nota come IHRSA, lo scorso 26 giugno ha presentato un nuovo rapporto intitolato “Il futuro è luminoso: previsioni sulle possibilità d’impiego nei centri fitness statunitensi”.

Concentrando l’attenzione sui professionisti del fitness quali personal trainer e istruttori e insegnanti di attività di gruppo, il rapporto fornisce agli operatori di club utili informazioni sulla forza lavoro del settore, illustrando in che modo i club stanno rispondendo alla sempre più diffusa domanda di professionisti adeguatamente formati e in possesso di una certa esperienza.

«Quello attuale – ha commentato Jay Ablondi, vice presidente esecutivo dei prodotti IHRSA a livello globale – è un momento molto interessante per i personal trainer e gli istruttori di attività di gruppo.

I professionisti del fitness giocano un ruolo chiave per risolvere problemi di vitale importanza come l’obesità infantile, la sedentarietà e più in generale le patologie legate a stili di vita malsani. Saper affrontare in modo adeguato queste emergenze significa, per il settore fitness, avere grandi opportunità di sviluppo, con conseguenti ricadute positive in termini occupazionali».fitness donne

Dal rapporto si viene a sapere che numerose fonti prevedono un incremento delle opportunità d’impiego per personal trainer e istruttori. Il Bureau of Labor Statistics (BLS) si aspetta una crescita del numero di professionisti del fitness pari al 21,1 per cento entro il 2020.

Se poi si dà un’occhiata agli studi condotti in passato dall’IHRSA il quadro che emerge è ancor più positivo: tra il 2003 e il 2010 il numero di personal trainer inseriti nello staff dei “premium club” è mediamente più che raddoppiato e anche il numero di insegnanti di yoga, Pilates e attività di gruppo è cresciuto significativamente in questo lasso di tempo.

«Storicamente – ha aggiunto Ablondi – i club migliori hanno generato circa il 30 per cento degli introiti generati dalla vendita di servizi extra abbonamento tra i quali figura il personal training. Per mantenere e far crescere questi centri di profitto, gli operatori di club più lungimiranti devono assumere professionisti eccellenti, pagarli bene e offrire loro opportunità di carriera, mettendo in atto vere e proprie strategie di fidelizzazione».

Il rapporto presenta inoltre diversi case history di successo che mettono in luce strategie vincenti di selezione, formazione e fidelizzazione del personale, ribadendo l’importanza della formazione continua e della configurazione di strategie strutturate.

Brad Wilkins, vice presidente e general manager del Cooper Fitness Center di Dallas, ha fatto sapere che il noto centro texano adotta un processo di selezione del personale articolato che prevede approfonditi colloqui con i candidati, mentre la catena Sport & Health, composta da numerosi club nell’area metropolitana di Washington, per massimizzare la fidelizzazione dello staff offre continuamente opportunità formative e di avanzamento di carriera a personal trainer e istruttori.

 

Share

LEGGI ANCHE

Allenamento con Altis

Si chiama Altis il dispositivo p

Gruppo Istruttori David Lloyd

La catena di club britannica

Gunnar Peterson e David Beckham

Si chiama DB45 la nuova attività cardio lanciata dal network F45 Training e ispirata agli allenamenti della

 Key-note-speaker IHRSA 2022

L’edizione 2022 dell’IHRSA Annual International Convention & Trade Show si terrà a Miami Beach (nella foto in basso) il 22, 23 e 24 giugno prossimi, a tre anni di distanza dall’ultima volta in presenza.

Piscina

I

Istruttrice GimFIVE con cliente