Silent Yoga, meditazione in cuffia

Silent Yoga
Autore: 
Redazione
Lunedì, Novembre 27, 2017
È sempre più popolare, all’estero ma anche in Italia, questa nuova versione dello Yoga che, attraverso l’utilizzo delle cuffie wireless, neutralizza ogni rumore, consentendo ai partecipanti di meditare immersi nel più assoluto silenzio.

E’ l’apoteosi della pace, della quiete che avvolge ogni senso, e per quanto paradossale, è la tecnologia moderna a consentire il raggiungimento di questa sensazione. Alla base del Silent Yoga, ultima tendenza tra le mille e uno versioni della disciplina orientale che ormai spopolano in tutto il mondo, ci sono le cuffie wireless, impiegate per consentire l’isolamento completo dai rumori esterni durante la lezione, in modo da poter seguire le istruzioni dell’insegnante e al tempo stesso entare realmente in contatto con se stessi.

            

Silent Yoga

   

Invece che per ascoltare musica, le cuffie, possibilmente wireless, vengono impiegate per neutralizzare le interferenze sonore e ottenere il silenzio. I vantaggi sono molteplici, specie se la lezione si tiene all’aperto, ad esempio in un parco cittadino. Le cuffie cancellano i rumori esterni, come quello generato dal traffico e dal vociare tipico delle affollate ore diurne, favorendo l'ingresso nello stato mentale adatto alla pratica delle asana o della meditazione.

Oggi, inoltre, le cuffie wireless sono alla portata di tutte le tasche. Allora perché non concedersi un’ora di pace, senza rumori, fastidi e distrazioni? Una soluzione interessante anche per i fitness club e i centri yoga che prpongono, durante la bella stagione, anche lezioni outdoor.

 

 

 

Guarda il video di Silent Yoga UK:

 

 

 

Share

LEGGI ANCHE

Istruttore Peloton

In seguito all’annuncio delle perdite r

Stretta di mano

Lo scorso 28 luglio, ANIF - Eurowellness (Associazione Nazionale Impianti

Logo Fondo Energia

Il Fondo Energia è un fondo rota

Defibrillatore

Sulla Gazzetta Ufficiale del 13 agosto

Gigi Lodi in palestra

Se n’è andato lo scorso 5 luglio, a 85 anni,

Bitcoin