I medici a scuola di 'attività  motoria'

I medici a scuola di 'attività motoria' big
Si è recentemente tenuta ad Avezzano, in provincia dell'Aquila, una giornata di formazione teorica e pratica rivolta ai medici di famiglia sul tema dell'attività fisica intesa come strumento preventivo e di benessere

 

L’Associazione scientifica Alba, specializzata in alimentazione e benessere, lo scorso 4 maggio ha organizzato, in collaborazione con il fitness club Empire di Avezzano, una giornata di formazione teorica e pratica rivolta ai medici di famiglia sul tema dell’attività fisica intesa come strumento preventivo e di benessere per i pazienti, ovvero come farmaco, in grado di curare e prevenire numerose patologie, malattie metaboliche in primis.

All’evento è intervenuto, in veste di relatore e coordinatore, Giulio Olindo Del Gusto, Direttore dell’Unità Operativa di Medicina e Cardiologia dello Sport, dell’Azienda Sanitaria Locale di Avezzano, Sulmona, L’Aquila, nonché Docente Master di Cardiologia dello Sport all’Università de L’Aquila e al tempo stesso responsabile ECM dell’evento. Tutta la parte tecnica dell’iniziativa è stata invece coordinata da Fausto Di Giulio (nella foto durante l’evento Active Doctors Active Patients organizzato nel suo centro fitness), esperto di fitness e wellness, molto attivo, sia come operatore sia come divulgatore, nel campo del medical fitness.

La giornata è iniziata con una sessione teorica che, oltre a fornire un quadro aggiornato sulla sindrome metabolica, ha richiamato ancora una volta l’attenzione sull’emergenza sedentarietà, affrontando inoltre il tema della riabilitazione cardiovascolare e del coaching alimentare.

La parte pratica, altamente interattiva, è stata invece dedicata all’apprendimento di specifiche tecniche di attività motoria da parte dei medici partecipanti. Più esattamente, è stato proposto un percorso formativo incentrato sul “saper fare” che consenta ai medici di base di fornire ai propri pazienti indicazioni chiare e precise anche per quanto concerne l’attività motoria, evitando consigli generici che, oltre a disorientare i pazienti, non li motiva realmente a modificare il proprio stile di vita incominciando a svolgere esercizio fisico.

 

Share

LEGGI ANCHE

Positive Thinking

Pensare positivo per sentirsi meglio e rimanere ‘puri’. E’ il credo di un nuovo stile di vita nato – come spesso accade – negli Stati Uniti e dilagato in poco tempo in mezzo mondo, Italia compresa. Come funziona?

Studio Coldiretti

Che durante il lockdown di marzo il cibo avesse sostituito in larga parte quella socialità che, in una lontana epoca pre-Covid, ci teneva impegnati nelle ore extra-lavorative ce n’eravamo accorti: tutto d’un tratto, spaghetti e ciambelloni avevan

Londra

Le palestre avrebbero dovuto restare aperte nel Regno Unito.

Berlino

Un’azione legale collettiva contro il lockdown di un mese e la conseguente chiusura di palestre, piscine e attività ludiche.

Ragazza in palestra

La decisione presa con l’ultimo DPCM riguardo a palestre e piscine, e di fatto rinviata alla prossima settimana, ha creato una frattura all’interno del Comitato Tecnico Scientifico, segno – commenta Fiorenza Sarzanini nell’

Immagine Coronavirus

Durante il periodo di lockdown l’Associazione Polo della Salute ha messo il proprio know how a disposizione del Paese, realizzando il primo studio in Italia che analizza l’impatto della quarantena sulla salute e sulle abitudini degli italiani, in