Parte il progetto 'Noi sosteniamo l'attività motoria e sportiva'

Parte il progetto 'Noi sosteniamo l'attività motoria e sportiva' big
Realizzato dalla Regione Emilia Romagna in collaborazione con il Coni, il Comitato italiano paralimpico e gli enti di promozione sportiva emiliano-romagnoli, il progetto intitolato "Noi sosteniamo l'attività motoria e sportiva" prevede percorsi formativi ed eventi il cui obiettivo è promuovere l'esercizio fisico e lo sport come strumenti per la tutela della salute e la diffusione del benessere

Il Progetto “Noi sosteniamo l’attività motoria e sportiva” è frutto dell’accordo siglato nel 2012 dall’Assessorato alle politiche per la salute e dall’Assessorato allo Sport della Regione Emilia-Romagna, dai Comitati regionali del Coni, dal Comitato italiano paralimpico (Cip) e dagli enti di promozione sportiva emiliano-romagnoli.

Avviando un percorso formativo rivolto a istruttori e dirigenti di società sportive, intende favorire, tramite contributi regionali, l’organizzazione di eventi e iniziative aperti alla cittadinanza per moltiplicare le possibilità di svolgere attività fisica a partire dalla scuola primaria, ma rivolgendosi a tute le fasce di età. L’obiettivo è dunque accrescere ulteriormente la consapevolezza nei confronti dei benefici, in termini di salute e benessere, prodotti dallo svolgimento regolare di attività fisica e sport, prendendo le distanze dall’esasperazione agonistica e favorendo la partecipazione di tutti e la coesione sociale.

Il percorso formativo ha preso il via a Forlì il 12 settembre, proseguendo il 16 settembre a Reggio Emilia e il 23 settembre a Bologna. Gli incontri proseguiranno in ottobre nelle altre province. Tecnici, allenatori delle squadre giovanili e dirigenti delle società sportive sono chiamati in causa per valorizzare il ruolo fondamentale di una sana attività sportiva sin dall’infanzia, motivando e coinvolgendo tutti i bambini, anche i più fragili, contrastando così il fenomeno dell’abbandono precoce dell’attività sportiva, evidenziando il valore della solidarietà, dell’impegno e del divertimento.

La Regione ha stanziato 350.000 euro destinati al finanziamento di progetti con queste finalità  promossi da associazioni sportive aderenti al percorso formativo e all’organizzazione di eventi da parte di associazioni, società sportive, istituti scolastici ed enti locali – anche in collaborazione con le Aziende sanitarie – rivolti a tutta la cittadinanza. Tra le iniziative che verranno attuate figurano, solo per citarne alcune, i percorsi all’aria aperta, i gruppi di cammino, l’attività fisica nei parchi e l’apertura mirata di strutture sportive.

Ha inoltre messo a disposizione docenti esperti sulle tematiche riguardanti la relazione tra sport e salute e le competenze del Centro regionale antidoping (presso l’Azienda Usl di Modena) per iniziative che riguardino il contrasto dell’uso di sostanze dopanti e l’abuso di farmaci e integratori.
Per partecipare agli incontri formativi, che sono gratuiti, tecnici, istruttori e dirigenti delle società sportive possono contattare il Coni dell’Emilia Romagna al numero di telefono 051.55.11.92 oppure scrivere a sdsemiliaromagna@coni.it o compilare le schede di partecipazione direttamente nel sito www.coniemiliaromagna.org.

Share

LEGGI ANCHE

Corretta alimentazione ed attività fisica: la Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale fornisce utili consigli ai genitori e si sofferma sul significato di attività fisica e sul perché rivesta un ruolo così importante per la sal

La ricchezza? E' sopravvalutata. Per essere felici basta fare sport.

Centro Move Different Piscine Vicenza

Piscine di Vicenza, sinteticamente PdV, ha recentemente inaugurato il suo nuovo centro medico e il centro Move Different di

Hotel Irvine

La prima edizione dell'Annual Business Convention & Expo organizzata da AFS, la statunitense Association of Fitness Studios di cui la rivista Il Nuovo Club è media partner esclusivo per l'Italia, si

Body Groove

La "Too Fat -Too Thin Syndrome", la sindrome in virtù della quale chi ne soffre si vede talmente grasso da dimagrire in modo eccessivo, e dunque non salutare, può e deve essere vinta.

Un italiano su 3 è ossessionato dallo sport

Ossessionati dalla perfezione del corpo, abituati alle diete ipocaloriche o dipendenti da integratori e anabolizzanti, oggi ben un italiano su 3 (28%) sembra essere ossessionato dallo sport. Secondo gli esperti questo avviene perché, soprattutto a livello diletta